Cosa vedere a Roma in un weekend ? Se sei un instancabile esploratore e la voglia di camminare non  ti manca, ti proponiamo un ricco itinerario nella capitale alla scoperta delle bellezze della città eterna.

Il segreto è avere un itinerario organizzato come questo e tanta voglia di scoprire!

 

Innanzitutto consigliamo di dividere la visita di Roma in 3 macro aree:

  • La parte storica: Circo Massimo, Colosseo, Fori Imperiali e Giardino degli Aranci
  • La parte religiosa: Musei Vaticani, Basilica di San Pietro, Trastevere e Castel Sant’Angelo
  • La parte del centro: Piazza di Spagna, Altare della Patria, Trinità dei Monti, Pantheon, Fontana di trevi, Piazza Navona, Campo dei Fiori.

 

La prima tappa della giornata è il Circo Massimo, raggiungibile comodamente con la metro, è uno dei luoghi più amati dell’antica Roma dove i cittadini, in passato, potevano assistere a corse tra bighe e lotte tra gladiatori, sostituite oggi da jogging ed eventi musicali e artistici.

Il Circo Massimo è aperto liberamente al pubblico al contrario dei Fori Imperiali che però hanno un biglietto unificato all’ingresso al Colosseo, due in uno diciamo.

Iniziando la visita ai Fori ti permetterà di risparmiare tempo evitando parecchia coda al Colosseo!

Al giorno d’oggi rimane di uno dei luoghi più maestosi della città. Ti assicuro che è davvero una tappa imperdibile. Camminerai tra enormi colonne e maestosi templi. Antichissimi edifici, busti di statue e imperatori e sontuose vasche termali, per una giornata ci siamo sentiti trasportare indietro nel tempo! Tra miti, antiche leggende e guerre di potere.

 

cosa vedere a roma in un weekend

 

La seconda parte della giornata la dedichiamo alla visita del Colosseo, molto più rapida rispetto al Foro che è davvero immenso.

L’anfiteatro è il simbolo di Roma in tutto il mondo e tutt’oggi guardandolo non si può fare a meno di pensare allo splendore di un tempo, agli spettacoli alle lotte tra gladiatori e cosa questo rappresentava per gli antichi romani.

Ormai è pomeriggio inoltrato, le gambe sono stanche e ci concediamo una piacevole pausa poco distante, al Giardino degli Aranci.

 

cosa vedere a roma in un weekend (8)

 

Probabilmente il luogo più romantico di Roma da cui si può godere di un panorama stupendo grazie alla sua posizione sopraelevata, si trova sul Colle Aventino.

Ci rilassiamo su di una panchina all’ombra di alberi d’arancio per l’appunto, gustandoci il curiosare dei turisti e il piacevolissimo tepore primaverile.

A due passi da qui si trova una delle “attrazioni” più caratteristiche di Roma. Il buco della serratura del cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta da cui ti si presenterà la più famosa e suggestiva vista di San Pietro incorniciata dalle siepi dei giardini del Priorato.

Ma chi sono questi “cavalieri di Malta” a cui è dedicata la piazza e la villa al di là del portone? Beh, tutti gli amanti del mistero sapranno certamente rispondere a questa domanda: sono i componenti di un ordine religioso cavalleresco istituito nel Medioevo, in parte eredi del famoso (e soppresso) ordine dei cavalieri templari (…i custodi del mitico Graal!).

La stessa villa che si trova oltre questo citato portone gode di extraterritorialità, per cui questo è l’unico luogo al mondo in cui, da quel piccolo buco nella serratura, vediamo ben tre stati: quello dell’ordine dei Cavalieri di Malta (presso il giardino), quello del vaticano (la cupola di san Pietro), e quello italiano (lo spazio fra i giardini e la cupola).

 

buco della serratura roma

 

Per terminare la giornata in bellezza vi consigliamo una cena al ristorante da ”Felice”.. dove abbiamo avuto il piacere di gustare uno dei tonnarelli cacio e pepe da leccarsi i baffi!

 

 

il giorno seguenteIl secondo giorno è dedicato quasi esclusivamente alla visita del Vaticano e delle sue ricchezze. La prima tappa sono i Musei Vaticani (se avete occasione, l’entrata è gratuita l’ultima domenica del mese!).

Sicuramente è tra i musei più belli d’Italia. Al suo interno sono conservate opere di artisti del calibro di Da Vinci, Tiziano e Bernini.

Il complesso è strutturato in modo da dare la possibilità ai visitatori di scegliere un percorso diverso a seconda del tempo che si ha a disposizione, quello più breve dura circa due ore.

Prendete una mappa o guardala qui. E iniziate l’esplorazione delle sale!

Le mie preferite sono state la galleria dei candelabri, degli arazzi e quella delle carte geografiche! Senza stare a citare ovviamente la famosissima Cappella Sistina del Michelangelo, rappresentante Il Giudizio Universale, uno dei più famosi tesori culturali e artistici della Città del Vaticano.

 

cosa vedere a roma in un weekend (9)

 

La Basilica di San Pietro è la prossima tappa del nostro secondo giorno alla scoperta di Roma. La basilica è un vero concentrato di arte barocca e rinascimentale con la sua architettura e le sue statue, anche se senza dubbio l’opera di maggior valore è La Pietà di Michelangelo!

La giornata passa in fretta e dopo una mattinata passata ad acculturarci, vale la pena di assaporare un pò di vita romana. Per questo non c’è niente di meglio di una passeggiata nel caratteristico quartiere Trastevere.

Questo quartiere, dalle vie strette e dai palazzi risorgimentali dà modo di respirare l’aria della Roma dei Papi. Palazzi storici ad ogni passo, piccole botteghe e soprattutto ristorantini tipici da non scordare!

Consiglio: Il tramonto non perdertelo da Castel Sant’Angelo!

 

cosa vedere a roma in un weekend (12)

 

Il castello nell’arco dei secoli ha avuto molti ruoli: prigione, fortezza e nascondiglio ed è oggi la sede del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo. L’ingresso nel tardo pomeriggio vi regalerà una meravigliosa vista a 360 gradi dalla sua terrazza! Molto moooolto romantico!

 

il giorno seguenteL’itinerario del terzo giorno della nostra breve visita a Roma inizia dall’Altare della Patria in Piazza Venezia! Un monumento di valore storico culturale inestimabile, al momento l’ingresso è gratuito e ospita al suo interno il Museo del Risorgimento. Inutile dirti che anche da quassù la vista su Roma non è da poco.

 

cosa vedere a roma in un weekend (2)

 

Dopo esserci goduti il paesaggio in compagnia dei simpatici gabbiani torniamo al nostro tour e ci dirigiamo questa volta verso Piazza di Spagna.

Una volta arrivati non possiamo non notare la famosa fontana della Barcaccia del Bernini e la famosa scalinata. Luogo di incontro di scrittori e poeti e scenografia di alcune famose pellicole che hanno fatto la storia del cinema italiano e mondiale, da Ladri di Biciclette a Vacanze Romane, fino a Il Talento di Mr. Ripley.

In cima alla scalinata si trova la spettacolare chiesa di Trinità dei Monti, ci sediamo anche noi come tanti a goderci i tanto amati raggi di sole.

La passeggiata continua e ci incamminiamo verso il Pincio e poi alla Galleria Borghese. Il museo è ospitato dall’omonima villa e conserva opere d’arte di artisti come Raffaello, Canova e Bernini. Ma anche solo la vista dei Giardini di Villa Borghese riuscirà sicuramente a lasciare senza fiato.

 

tour_img-282542-90

 

I giardini sono il parco più grande di Roma ed una visita al loro interno significa poter ammirare fontane, monumenti, laghi e templi dal fascino magnetico.

In pomeriggio ci dirigiamo verso il Pantheon, questa zona è molto ricca di chiese e monumenti. Alcuni dei quali: il Chiostro del Bramante, il Tempio di Adriano, la Chiesa Santa Maria della Valle e tantissimo altro da vedere.

Iniziamo a curiosare tra le viuzze e dietro ogni angolo ci troviamo di fronte una sorpresa! Roma è un museo a cielo aperto e anche passeggiare senza una meta precisa ne vale assolutamente la pena.

La sera si avvicina e decidiamo così di gustarci un aperitivo rilassante in una dei tanti caratteristici localini, botteghe e salumerie della zona.

Per cena, ci concediamo una carbonara da urlo al buonissimo ristorante Virginiae a due passi da Piazza Navona.

Inutile raccontarti la sensazione di rammarico per la partenza. Abbiamo visitato tantissime cose ma sicuramente ci siamo lasciati anche molto altro da vedere. Ma prima di partire voglio gustarmi ancora un’ultima cosa.

Il Colosseo e La Fontana di Trevi di notte!

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Non serve aver Visto la “Dolce Vita” per conoscere la Fontana di Trevi, la leggenda vuole che se si tira una moneta nella fontana e si desidera di ritornare a Roma il desiderio si avvererà sicuramente. Potrebbe esserci una tappa finale migliore?

Eccoci giunti alla fine della nostra piccola avventura, con un po’ di entusiasmo e tanta voglia di lasciarci stupire questo è quello che siamo riusciti a visitare Roma in 3 giorni!