Una delle cose imperdibili è fermarsi, dopo la visita della città, ad ammirare lo stupendo panorama di Firenze. In questo articolo vogliamo consigliarvi alcuni punti strategici che abbiamo scovato girovagando per la città.

 Leggi anche: cosa vedere a Firenze

Campanile di Giotto

Una delle attrazioni principali della città rappresenta anche uno dei punti di osservazione migliori. Sono circa 400 scalini, a tratti in rampe piuttosto ripide e scomode, soprattutto se c’è molta gente.

Consigliamo quindi di andarci all’apertura e comunque in giornate non troppo caotiche.

In qualsiasi caso, la fatica e l’attesa verranno ripagate una volta in cima, da più di 84 metri di altezza. La vista che si ha da qui ha il Duomo in primissimo piano.

Salire sul campanile di Giotto costa 10 € (il biglietto è cumulativo con tutte le altre attrazioni del complesso: Duomo, Battistero, cripta di Santa Reparata), ma se avete la Firenze Card, vi basterà mettervi in fila!

Il campanile di Giotto è aperto tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:30.

 

Cupola del Duomo

panorama di firenze

 

Se la fila per salire sul campanile di Giotto è spesso e volentieri molto lunga, quella per salire sulla cupola del Duomo è interminabile. Tutti vogliono salire fin ma l’ingresso è scaglionato e i tempi di attesa allungati. Le soluzioni sono quindi due: alzarsi all’alba per essere sicuri di salire per primi o quasi, oppure accedere con la Firenze Card che permette di saltare buona parte della coda.

 

L’esperienza di salire sulla cupola progettata dal Brunelleschi è unica, al di là poi della bellissima vista che si gode dalla sua sommità. Si tratta della cupola più grossa del mondo e percorrere il percorso che porta alla terrazza panoramica permette di capire meglio la sua struttura.

Come per il campanile di Giotto, anche qui l’unica alternativa è fare le scale a piedi (stiamo parlando di 464 gradini!) non essendoci la possibilità di salire in ascensore.

Il biglietto d’ingresso è cumulativo con tutte le altre attrazioni del complesso (Duomo, battistero, cripta di Santa Reparata) e costa 10 €; con la Firenze Card è libero.

Si può salire sulla cupola del Duomo tutti i giorni tranne la domenica dalle 8:30 alle 19; il sabato dalle 8:30 alle 17:40.

 

Torre di Arnolfo (Palazzo Vecchio)

panorama di firenze

 

La Torre di Arnolfo (quella che spunta da palazzo Vecchio, tanto per intenderci) è un punto di osservazione meno popolare degli altri 3 ma non per questo meno bello, anzi.

La cosa positiva è che, a differenza di campanile e cupola, si può rimanere sulla torre fino a tardi, ben oltre il tramonto.

Dai suoi 95 metri si gode di un panorama a 365° sulla città: si vede bene il complesso del Duomo, la basilica di Santa Croce, San Miniato al Monte nonché l’Arno che esce da Firenze.

Salire sulla torre costa 10 €, 14 € se si acquista il biglietto cumulativo per torre e palazzo Vecchio. Con la Firenze Card l’accesso è libero.

L’entrata è quella di palazzo Vecchio, poi basta seguire le indicazioni.

Gli orari di apertura sono i seguenti: aprile-settembre dalle 9 alle 21 (giovedì 9-14); ottobre-marzo dalle 10 alle 17 (giovedì 10-14).

Piazzale Michelangelo

panorama di firenze

 

Se volete godere di un’incredibile vista panoramica della città al tramonto, recatevi al Piazzale Michelangelo, situato sulla prima collina dopo l’Oltrarno.

Da qui potrete vedere da lontano i luoghi che avete visitato nel centro storico di Firenze! è pure gratis a differenza degli altri e ci si può andare in qualsiasi momento della giornata.

Per arrivare a piazzale Michelangelo dal centro bisogna portarsi sulla sponda destra dell’Arno ed arrivare in zona Porta San Niccolò. Da lì poi si imbocca la strada in salita che in 10/15 minuti circa conduce al piazzale. In alternativa si possono prendere gli autobus 12 e 13 dal centro.

 

San Miniato Al Monte

panorama di firenze

 

Sul cucuzzolo della città, ancora più in alto del Piazzale Michelangelo, svetta la chiesa di San Miniato, sul Mons Florentinus.

Una ripida scalinata vi porterà al cospetto di una delle chiese più affascinanti di tutta Firenze. La facciata, con le tipiche geometrie di marmi bianchi e serpentino verde di Prato, richiama ancora una volta l’arte romanico fiorentina.

Inutile descrivervi il panorama che si gode da un punto di osservazione cosÌ alto. Provare per credere!

 

Aperitivo panoramico al Forte Belvedere

Un posto magico da cui è possibile godere di una vista spettacolare di Firenze e delle colline circostanti. C’è anche una piacevole caffetteria dove rilassarsi  o fare un aperitivo, dopo le sfacchinate della giornata, in una cornice magica.

Ti posso assicurare che la vista da lassù è veramente unica, abbracci con un solo sguardo tutta la città.

Attenzione però che alle 22.00, il Forte chiude.

 

Rinascente

Se vuoi tenerti fare aperitivo o consumare un caffè con vista, c’è il bar sopra la Rinascente di piazza della Repubblica: una terrazza da cui sembra quasi di toccare con un dito la cupola del Brunelleschi. Il bar è aperto fino alle ore 19:00.

 

Caffetteria delle Oblate

caffetteria-oblate

 

Un altro bellissimo punto panoramico di Firenze è la biblioteca delle Oblate, – in Via dell’Oriuolo, 26 – e della sua caffetteria con vista sul Duomo. Una terrazza da cui si può toccare il cuore di Firenze.

Ottimo dopo un pomeriggio trascorso sui libri oppure al termine di una passeggiata in centro.

La Terrazza del Grand Hotel Cavour di Firenze

grand-hotel-cavour

 

Il lounge bar in questione è allestito con tavolini ed ombrelloni e diventa un grande salotto all’aperto affacciato sulla cupola del Brunelleschi e sul campanile di Giotto. Un luogo davvero esclusivo per un cocktail, un aperitivo o degustare dei vini in un ambiente particolarmente intimo ed elegante.

Lo spazio è inoltre dotato di un sistema ventilato riscaldante adatto anche per i mesi invernali.

Ristorante La Terrazza 45

Terrazza fantastica che dà su tutta Firenze con una vista mozzafiato. Chiedete un tavolo con vista, ne vale davvero la pena. Location perfetta per una serata romantica. Non rimarrete delusi neanche dalla qualità della cucina che è davvero sublime.